Attivita’ Edilizia Libera

L’attività edilizia libera, quindi non sottoposta ad alcuna autorizzazione preventiva, ma ad una semplice comunicazione di inizio lavori presso il Comune, riguarda le seguenti tipologie di lavori:

a) opere di manutenzione ordinaria;

b) opere finalizzate all’ abbattimento delle barriere architettoniche che non comportino la costruzione di rampe o di ascensori esterni, oppure di manufatti che alterino la sagoma dell’edificio;

c) lavori temporanei per attività di ricerca nel sottosuolo di carattere geognostico eseguite al di fuori dei centri abitati.

Fondamentale quindi risulta individuare quelle lavorazioni che ricadono all’interno della manutenzione ordinaria: se ne riporta di seguito un elenco indicativo:

OPERE ESTERNE:

– manutenzione o rifacimento degli intonaci, dei rivestimenti e delle tinteggiature delle facciate, utilizzando i medesimi materiali e gli stessi colori di quelli preesistenti;

– riparazione e/o rifacimento delle pavimentazioni di piazzali, vialetti, balconi e lastrici solari; posa in opera di copertine e soglie, rifacimento dei massetti delle pendenze, riparazione e/o rifacimento delle impermeabilizzazioni (primer e guaine);

– ripristino dei frontalini, dei cornicioni, degli intradossi dei balconi, senza alterarne materiali e colori originari;

– riparazione e/o rifacimento del manto di copertura dei tetti, senza modificare le altezze alla gronda ed al colmo e senza modificarne la sagoma, la pendenza ed i materiali originari;

– riparazione e/o sostituzione degli infissi con elementi aventi medesima forma, dimensione e colore di quelli preesistenti;

– manutenzione o sostituzione di pluvialibocchettoni per il deflusso delle acque meteoriche, balaustreinferriate;

Si ricorda che per l’esecuzione di lavori esterni riguardanti edifici sottoposti a vincoli (Centri Storici, vincolo Archeologico, vincolo Paesaggistico) è comunque necessario il rilascio del Nulla-Osta da parte delle Soprintendenze e/o degli Enti preposti.

OPERE INTERNE:

– riparazione e/o rifacimento di sottofondipavimentirivestimenti;

– rifacimento di intonaci e tinteggiature;

– riparazione e/o sostituzione di porte;

– riparazione e/o sostituzione di piccole parti dell’impianto eletticoidrico – sanitario, del gas e di riscaldamento;

– sostituzione di sanitari, di termosifoni;

Il rifacimento completo degli impianti rientra tra le opere di manutenzione straordinaria e quindi è soggetto alla presentazione della Denuncia di Inizio Attività

riferimento normativo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...